Socialart

Servizi Sociali La Goccia fa parte del progetto “Social Art” al fine di valorizzare le potenzialità artistiche delle persone con disagio e fragilità.  Il marchio ha lo scopo di far conoscere maggiormente all’esterno la qualità artistica e i valori etici delle produzioni, dei laboratori e atelier arte-terapici che si svolgono nelle comunità, vuol essere un salto di qualità nel rapporto con il pubblico che si avvicina a questo mondo.

>Vedi tutti i prodotti SocialArt

>Scopri di più su Socialart

 

___________________________________________________________________________________

GLI ULTIMI CONVEGNI FATTI

convegno_nidi

L’EDUCAZIONE NELLA PRIMA INFANZIA. UN DIALOGO TRA PRATICA, RICERCA E LINEE GUIDA
I nidi dell’infanzia rappresentano un servizio di sostegno alle famiglie e un luogo sicuro di crescita per i bambini. Entrare al nido significa per genitori e figli vivere un ambiente, gestito da professionisti dell’infanzia, dove sviluppare relazioni significative. In un contesto mutevole come quello attuale, i nidi dell’infanzia stanno vivendo un momento dove spinte innovative cercano continuamente di allineare i servizi ai bisogni delle famiglie e dei bambini. Servizi Sociali La Goccia e il Comune di Bassano del Grappa, insieme, hanno proposto un seminario rivolto a genitori ed educatori, nel quale si è dibattuto sul tema della prima infanzia insieme a docenti universitari, professionisti locali e nazionali, dirigenti del privato sociale e assessori pubblici (comunali e regionali). Ne è emerso che i bisogni crescenti nella proposta della prima infanzia sono di stimolare la creatività (individuale e sociale) e di offrire una maggiore continuità nella proposta di educazione per l’infanzia. Di fondamentale importanza nell’educazione della prima infanzia è la verticalità educativa; tre elementi a favore di questa modalità derivano dagli aspetti: a) Psicorelazionali che dimostrano che i bambini sono favoriti nell’apprendimento dalla socializzazione complessa generata in sezioni di età mista. b) Pedagogici che dimostrano come i processi di apprendimento per semplice imitazione siano tipici della relazione del bambino con l’adulto, mentre quelli più profondi di sperimentazione ed elaborazione si generano di più nell’interazione tra pari. c) Antropologici che affermano che la sezione di bambini di età mista si avvicina molto ad essere una comunità umana naturale con una storia evolutiva (pluri-generazionale) che travalica le singole persone che ve ne fanno parte (bambini, ma anche adulti).

sterni50

AD OGNI ETÀ LE PROPRIE FRAGILITÀ E RESPONSABILITÀ
Il secondo dei quattro appuntamenti organizzati per celebrare i 50 ANNI di Casa Sterni ha volto lo sguardo su “re­sponsabilità e fragilità”, ovvero due valori fortemente legati tra di loro e che riguardano l’esistenza di ognuno di noi. Infatti, nel proprio percorso, ogni persona vive fasi di particolare fragi­lità e responsabilità, verso se stesso e verso gli altri. L’incontro ha fatto riflettere, grazie all’intervento di Antonio Baggio (pro­fessore ordinario di filosofia all’Istituto Universitario Sophia), giovani ed anziani su questi due valori a cui non spesso si dedicano tempo e  attenzio­ne, e su cui l’avere consapevolezza è una necessità. Fragilità e responsabilità sono valo­ri indivisibili, dove l’uno ha il bisogno dell’altro.

comunità-e-speranza

VOLTI ALLA CULTURA COOPERATIVA E ALLA CITTADINANZA ATTIVA
Il profes­sor Martino Marco, docente presso l’Istituto Universitario Sophia, durante la cena soci ha fatto un intervento sul tema della Comunità. Ecco la sintesi dell’intervento: “Siamo immersi in un mondo dove il modello delle relazioni sociali che sembra prevalere e non lasciare possibilità ad altre visioni è quello basato sull’interesse e sul consumo, ovvero relazioni che generano forme di immunità (immunitas) ed esclusione verso gli altri. Abbiamo però una speranza: la proposta della relazione sociale che le comunità accoglienti (communitas) ci mostrano. Tutti noi, almeno una volta, abbiamo fatto esperienza di comunità accogliente, dove il dono della relazione, con e per l’altro, è le base della costruzione di ogni tipo rapporto. Dopo tutto, in quanto persone, sentiamo l’esigenza e il bisogno di avere relazioni sociali accoglienti, ma quando queste vengono trasformate in rapporti di consumo si sviluppano delle distorsioni che portano a un eccesso di individualismo, immunità verso gli altri, malessere, paura e isolamento. Dalla speranza di poter percorrere strade diverse, ogni persona può scegliere liberamente quale tipo di relazione sociale intraprendere e costruire: comunitaria o immunitaria. Un modello basato su relazioni di comunità, accogliente ed ospitale, lo si può scegliere e promuovere, nel lavoro e nella vita famigliare, con chi conosciamo e con chi ancora non conosciamo. A noi la decisione.”

 

COL’ORA

Orologio/Lavagna da parete Gessi e cancellino in dotazione

cod. CORTNR1600001

COL’ORA NUVOLA

Orologio/Lavagna da parete Gessi e cancellino in dotazione

cod. CONVNR1600001

 

Laboratorio ​Guidato
a ​Mussolente (VI)

Via delle Statue, 36
Tel. 0424 878450
centro.diurno@cooplagoccia.eu
www.cooplagoccia.eu